studio food 33

Fagiolini verdi al sesamo

Direttamente dal Giappone una ricetta facile e velocissima

Abbiamo chiesto alla nostra esperta di cucina orientale, Sayaka Miyamoto, di regalarci una ricetta made in Japan facile e velocissima: gli Ingen no Goma-ae sono un ottimo contorno, ma anche un’idea per un aperitivo sfizioso.

Tempo preparazione: 20 minuti

INGREDIENTI:

200g di fagiolini verdi,  scegliendo quelli più sottili e teneri.

2  cucchiai di  semi di sesamo

1  cucchiaino  di     zucchero di canna (o malto di riso)

1 cucchiaino e mezzo  di    salsa di soia

ricetta cucina giapponese
Fagiolini croccanti al sesamo una ricetta giapponese facile e veloce

PROCEDIMENTO

  1. Togliere ai fagiolini il filamento e farli bollire in acqua poco salata per circa 3-4  minuti (dipende da quanto sono grossi i fagiolini, ma l’importante è non cuocerli troppo e farli rimanere croccanti e di colore verde brillante) e scolarli bene e farli raffreddare. Quindi tagliarli a piccoli pezzetti lunghi circa 2cm.
  2. A parte, in una padella, fare tostare i semi di sesamo fino a quando non sentirete il loro  profumo, saltandoli ogni tanto per non farli bruciare. A questo punto pestare i semi nel mortaio (Se non avere il mortaio potete schiacciarli con la mezzaluna o con il coltello sul tagliere)
  3. Aggiungere lo zucchero e la salsa di soia e mescolare bene. Con questa salsa condire i fagiolini.

Se vuoi sapere di più su cosa si mangia in Giappone trovi qui l’intervista alla giornalista di food ed esperta di cucina orientale Sayaka Miyamoto, che collabora con STUDIOFOOD33 nella realizzazione di serata a tema.

Se invece adori il sushi e vuoi imparare a prepararlo, dai un occhio alla nostra prossima cooking experience dedicata a sushi&bollicine.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
Pinterest

Leggi altri articoli

Gare di cucina per feste private

Le feste private offrono l’opportunità perfetta per riunire amici e familiari per una serata indimenticabile....

Gare di cucina per team building

Le gare di cucina sono diventate sempre più popolari come attività di team building perché...